TORTA ROVESCIATA PANE E MELE

by Clacson.Pie

TORTA ROVESCIATA PANE E MELE

Clacson.Pie TORTA ROVESCIATA PANE E MELE DESSERT AL CUCCHIAIO TORTA ROVESCIATA PANE E MELE European Print This
Serves: 8 Prep Time: Cooking Time:
Nutrition facts: 300 calories 6 fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredients

120 gr pane

60 gr latte di mandorla

120 gr biscotti secchi

120 gr farina di mandorle

3 mele renette

2 uova

1 arancia

1 limone

1 cucchiaio di confettura di albicocche

PER IL CARAMELLO

150 gr zucchero semolato

acqua qb

60 gr burro

Instructions

Ogni volta la stessa storia, perché avanza sempre un po' di pane? Poi diventa duro ed è immangiabile, uffa.

Pensandoci però potrebbe essere davvero una figata riutilizzare il pane e trasformarlo in qualcosa di goloso e appagante.

Apro il frigo e la credenza e che ci trovo? Uova, mele, biscotti anche loro un po' passati (qualcuno ha lasciato la confezione aperta).

Mi servirebbe qualcosa di aromatico ma anche tres chic, sì sì proprio così come la farina  e il latte di mandorle .

Bene ci siamo, ciotola, frusta, tagliere e coltello ma anche bilancia.

Non mi diverto per niente a sbucciare le mele, ma lo devo fare, forza e coraggio.

3 mele, renette, che una volta cotte saranno gustose e morbide!

Sbucciate, era ora, coltello alla mano mi sento un chirurgo lo ammetto; tagliare in quattro parti esattamente uguali, dello stesso peso e misura (scherzo!), tagliare in quattro però sì.

Ciotola, spicchi di mela, succo di mezza arancia e di un limone, un cucchiaio di confettura di albicocche, spolverata di zucchero semolato, li metto a nanna.

Ecco tocca al pane, duro e immangiabile, ma… magia! Tagliare a pezzettoni e tuffare nel latte di mandorle (circa 3 fette abbondanti di pane e 60 gr di latte), resterà a mollo per 20 minuti.

È giunta l’ora, lo so nessuno se lo aspettava ma purtroppo è così, bisogna farlo. Ok accendiamo il forno! 170° statico o ventilato come più ci aggrada

20 minuti di attesa ad aspettare che mister pane finisca il suo bagno, che faccio?

Mi sa che pesterò i biscotti, li faccio in briciole così non proveranno mai più ad ammosciarsi! Va beh mi sono fatta prendere la mano… mi sento buona, aggiungo 60 gr di burro sciolto e con delicatezza dal basso verso l’alto amalgamo il tutto. In realtà mischio con un cucchiaio e basta.

Prossima mossa pesare la farina di mandorle (ecco il perché della bilancia, c'è sempre un motivo), 120 gr e lo zucchero semolato 60 gr.

Ora mi diverto! Rompo 2 uova, sensazione rilassante!

Cavolo sono passati più di 20 minuti, mi sono persa, anche perché mi sono preparata una tazza di tisana… nessun problema non succede nulla, respira , tranquilla, soffia nel sacchetto.

Sensazione slime, immergo le mani nel latte e schiaccio il pane, ti riduco in poltiglia! Dentro anche le uova, la farina e lo zucchero e frusta al lavoro.

“prese la teglia dalla credenza senza pensare a ciò che avrebbe provocato questa sua azione, era terrorizzata , le mani le tremavano, gli occhi lucidi e appannati dalle lacrime. Come ci sarebbe riuscita? Come poteva dopo tanti anni insieme tradirla così? Fece un lungo respiro, con il lembo del grembiule si asciugò gli occhi, prese quel maledetto pennello e unse la teglia con il burro e la ricoprì con la carta forno, sperando non soffrisse troppo”

Ok, no comment e preparo il caramello. Pentolino,  zucchero semolato (150 gr), un goccio d’acqua, fuoco basso. Fissare senza toccare lo zucchero che si abbronza. Ecco è dorato al punto giusto, butto il burro (60 gr) e giro giro giro con un cucchiaio di legno per circa 3 o 4 minuti.

Il profumo di caramello è qualcosa di avvolgente, adoro.

Stop. Punto della situazione:

forno acceso

biscotto pronto

impasto pronto

teglia pronta

mele pronte

caramello pronto

Perfetto, ci siamo.

Teglia, versare caramello, posizionare gli spicchi di mela come più mi ispira il momento, copro le mele con il biscotto (quello che ho pestato e  buttato nel burro, un po' lo ammetto mi sento in colpa), aggiungo il composto di pane e in forno per almeno 1 ora.

GOOGLE imposta un  timer di 1 ora.

GOOGLE stop.

Raffreddamento (2 ore almeno), piatto, appoggio sullo stampo, giro, via carta forno e les jeux sont faits. Bonne appetit!

Potrebbe piacerti anche

Leave a Comment

Questo sito usa i cookies per migliorare la tua esperienza. Penso che tu sia d'accordo, ma puoi fare opt-out quando vuoi. Accetta Leggi di più